Saluti dalla piscina

Cari lettori del nostro blog,

eccoci giunti alla pausa estiva: meritata, da voi e da noi. Meritata perché come si spiega in Proust e il calamaro, leggere costa sempre una certa fatica, a tutti, anche se si è lettori impenitenti, dato che gli esseri umani non sono nati per leggere, benché il loro cervello sia vivace e plastico e pronto a ogni sorta di imprese avventurose. 


Ma non solo: meritata anche perché, oggi, con l'offerta così ampia di letture disponibili fra siti, blog, facebook, quotidiani e riviste - on line e non - eccetera, non è affatto scontato, per quanto si pensi di fare bene le cose, che ci sarà qualcuno che seguirà le tue pagine virtuali, le leggerà, le commenterà, rilancerà la palla. Insomma farà quella cosa strana che l'uomo produce incessantemente, che lo voglia o no, lo sappia o no, che è la cultura, che è un po' come l'ingegnosa macchia d'inchiostro che i calamari si lasciano dietro per difendersi e spiazzare il nemico.


Perciò vi ringraziamo come sempre per la fedeltà con cui ci seguite o anche semplicemente perché ci seguite quando avete tempo e voglia, fosse anche una volta ogni morte di Papa: va benissimo anche così. Grande gratitudine va poi a tutti coloro che in questi mesi, anni, hanno collaborato con noi per rendere più interessanti queste pagine virtuali. Spesso sono nostri autori, ma non solo. In generale si tratta di persone abbastanza straordinarie, che spesso fanno un lavoro dietro le quinte, e lo fanno in modo  intelligente, sereno, caparbio, critico, allegro. Senza di loro il nostro blog non sarebbe come è.


Ecco, ciò detto, vi lasciamo tranquilli per qualche mese. Divertitevi.

Noi seguiremo l'esempio di Snoopy, di Woodstock e del suo amichetto giallo. Ben attrezzati per affrontare un tuffo nella piscina più seducente che ancora si possa trovare al mondo. Ciao!

PS: il blog riaprirà lunedì, 11 settembre.

 

Add new comment