Giocare con il colore

Riprende in questo autunno la collaborazione tra la Casa delle Arti e del Gioco e La Scuola del Fare, iniziata nella Primavera 2017 con Arte e Scrittura del bambino, con un progetto di formazione indirizzato a rivalutare la ricchezza del passato, tornando ai temi importanti della pedagogia che sottendono i processi educativi, la didattica, l’organizzazione, i compiti delle agenzie educative, in una società che si sta dimenticando della cultura dell’infanzia e del ruolo importante che la scuola deve avere nella sua difesa.

Immagini dalla mostra Ritratti. Arte e Scrittura del bambino, Casa del Gioco e delle Arti Mario Lodi Drizzona.

La formazione prevede un percorso di 19 ore dedicate ad approfondimenti didattici e metodologici intorno a proposte di scuola attiva, con la presenza di maestri impegnati da anni e quotidianamente nel lavoro in classe: Barbara Bertoletti, Enrica Buccarella e Franco Lorenzoni.

Tra queste proposte formative alla Casa delle Arti e del Gioco Mario Lodi di Drizzona, segnaliamo il laboratorio Giocare con il colore Per sperimentarne le qualità espressive e comunicative, condotto da Enrica Buccarella, docente di scuola primaria e socia fondatrice dell’Associazione Culturale La Scuola del Fare.

Su questo blog, di cui è collaboratrice, Enrica ha pubblicato alcuni post dedicati alle sue esperienze didattiche: Ricordati che c'ero anch'io, riflessioni sull'apprendimento della lingua italiana da parte di bambini stranieri; L'insegnante lettore, a proposito della didattica della lettura e della scrittura in classe; Lo specchio interiore, un laboratorio di disegno ed educazione artistica sul ritratto; Poeta chi sbaglia. Parole per una scuola di comprensione, su un laboratorio di composizione poetica collettiva in classe.

Il laboratorio fa parte del progetto Arte e scrittura del bambino nella scuola di Mario Lodi, iniziato a marzo 2017 (ne abbiamo parlato qui), e si svolgerà sabato 25 e domenica 26 novembre. Il percorso di formazione accreditato dal MIUR, presenta, attraverso la metodologia dei laboratori creativi di Roberto Pittarello, i diversi aspetti del più suggestivo elemento della comunicazione visiva: il colore.

Immagini dalla mostra Ritratti. Arte e Scrittura del bambino, Casa del Gioco e delle Arti Mario Lodi Drizzona.

Il laboratorio si propone di condurre alla scoperta del colore con l’uso di strumenti e materiali (tempere, pennelli, spugne e tamponi, colori, impasti colorati) e il ricorso a varie strategie: ricerca, raccolta, classificazione 
di materiali colorati, sperimentazione di tecniche pittoriche, narrazione. La sequenza delle proposte costruisce un percorso di base per l’educazione all’immagine e offre i giusti stimoli per l’espressività e la creatività del bambino. L’attività di laboratorio sarà preceduta da una parte seminariale, di circa un’ora, che affronterà il tema del colore toccando i seguenti argomenti: “storia sociale”, uso, denominazione e funzione sociale dei colori nel tempo e nei luoghi; percezione dei colori nello sviluppo fisico e cognitivo dei bambini; esempi sull’uso e significato del colore nell’arte, funzionali alle proposte 
di laboratorio. In seguito, ogni proposta operativa sarà introdotta da un breve intervento teorico e metodologico, la dimostrazione tecnica dell’animatore e l’esperienza-sperimentazione dei partecipanti fino alla sua completa realizzazione. Si conclude con la visione e il commento degli elaborati.

Un percorso ricco di esperienze e attività che tengono conto dello sviluppo visuo- spaziale, motorio, linguistico e culturale dei bambini. Tatto e colore, colori naturali e impasti colorati, tecniche e strumenti della pittura, proposte progettate e messe a punto nel contatto diretto e quotidiano con i bambini e rivolte ora a educatori a partire dal Nido, insegnanti e animatori di atelier artistici. Nel sito trovate le informazioni complete per la partecipazione.

Le immagini che alleghiamo raccontano alcune delle attività che vengono proposte ai partecipanti.

Colore come MATERIA; il racconto dei colori attraverso gli oggetti e i materiali: la mia sciarpa rossa, il mio orsetto giallo…Carta, plastica, gomma, tessuto… le qualità tattili del colore.

Colore DENTRO la materia; le cose della natura sono fatte di colore.

Colore come LUCE che dà origine alla percezione di toni, combinazioni, sfumature, contrasti, figura e sfondo…

Colore come TECNICA pittorica, che parte dalle mani e dagli oggetti del gioco per esplorare possibilità espressive di strumenti diversi; macchie, tracce, impronte, superfici, campi di colore.

Colore come LINGUAGGIO, parole che servono per denominare, distinguere, definire, raccontare.

Colore come SENSAZIONE, ricevuta dall’occhio ed elaborata dal cervello in messaggi emotivi e culturali.

 

Aggiungi un commento