gioco

La sfida più difficile

[di Valentina Pellizzoni]

È iniziata più o meno così:

- Ma sei ancora lì davanti?

- La finisci di rompere?

- Non ti pare di esagerare? Ci stai tantissimo davanti alla Play.

- Non è vero! E poi anche tu ci stai tanto.

- Ma quando?

- Vabbè non giochi alla Play ma stai tutto il giorno a giocare col computer!

- Io giocherò al computer, ma se voglio smetto.

- See…

- Sì! Posso smettere, anzi smetto ora! Per un mese non tocco un gioco elettronico.

- Vediamo.

Caccia al leone e ad altre creature meravigliose

Immagini, segni e simboli sono dappertutto, intorno a noi, nelle nostre case e nei luoghi che abitiamo o che visitiamo: nelle architetture, negli oggetti, nei libri, sui mezzi di trasporto, nei bar, nei ristoranti, sui cibi, sui muri, alle pareti, sui vestiti, negli specchi e nelle vterine... Eppure spesso passiamo loro accanto senza vederli, distratti, senza occhi per nulla, concentrati sui nostri pensieri, senza accorgerci del modo garbato e silenzioso, chiassoso e ironico con cui ci parlano, attraverso la bellezza delle loro forme e dei loro significati.

Bì, la Fabbrica del Gioco e delle Arti

Qualche settimana fa, siamo andati a fare una lettura alla Biblioteca Civica Ragazzi di Cormano. Cormano è a 18 minuti di Ferrovie Nord da Milano. Facilissimo da raggiungere, eppure non ci eravamo mai stati. Questa occasione di incontro, ha avuto perciò anche l’utilissima funzione di farci conoscere una realtà importante: un polo culturale che svolge un lavoro fondamentale per la comunità, in un momento in cui le comunità hanno più che mai necessità di trovare tempi, agenti e luoghi di aggregazione.