storia Topipittori

Piccoli disegni

Io mica ci credo che son passati sette anni. Sette anni dovrebbero essere un buco, una voragine, un gorgo che si porta via tutto. Una polvere che si deposita, riempie tutti gli spazi bianchi, e rimane solo il nero. Quel nero che Antonella grattava dallo scratchboard per svelare le sue storie lievi e profonde, per farci partecipi di una memoria antica che le era stata trasmessa, insieme ai geni - e poi mescolata nell'impasto della sfoglia e delle crescentine - dalla signora Gina.

Torna il mercatino dei Topi!

Domenica, 4 dicembre, a Milano, in viale Isonzo 16, dalle 10.30 alle 19, si terrà il Mercatino Natalizio dei Topi.

I Topi chi? I Topipittori, ovviamente.
Per chi lo conosce, sa di che delizia si tratti.
Per chi non lo conosce, sappia che è arrivato il momento di scoprirlo.

Cosa troverete di speciale in questo mercatino?

Traduzioni & albi illustrati

Alla scorsa Bologna Children's Book Fair, al Caffè Traduttori ho partecipato (Giovanna Zoboli) a una tavola rotonda dal titolo Cosa traduciamo quando traduciamo libri per bambini, con Francesca Archinto di Babalibri, Della Passarelli di Sinnos, Loredana Baldinucci del Castoro; coordinatrice Simona Mambrini. Tema: le politiche editoriali in merito ai criteri di scelta dei libri da tradurre, esperienze e problematiche.

All'anno prossimo

Ed eccoci di nuovo a casa. Questa Fiera del 2016 è piaciuta a tutti (che chissà perché ci sono delle Fiere di Bologna belle e delle Fiere di Bologna così così e delle Fiere di Bologna brutte). 

Una festa intorno a un falò

Fra due giorni, il 21 febbraio, ricorre l'anniversario della scomparsa di una cara amica, Antonella Toffolo. Per questo oggi la vogliamo ricordare, come facciamo ogni anno in questa data. Lo facciamo attraverso le parole di Lorenzo Sartori, che ci restituiscono Antonella proprio come l'abbiamo conosciuta e abbiamo in mente.

1 buona ragione per acquistare 20 buone ragioni

A volte le buone idee vengono per caso. E senza nemmeno faticare troppo.

Era il 12 dicembre 2011;decidemmo che due giorni dopo, il 14, avremmo organizzato il mercatino di Natale dei Topi: l'anno prima l'avevamo fatto ed era andato bene. Perché non ripeterlo? Così lo mettemmo in piedi in quattro e quattr'otto, fra mille altri impegni, dato che quello prenatalizio è uno dei periodi più forsennati dell'anno.