María José Ferrada

I tavoli sono carte geografiche

[di Maria José Ferrada] La copertina di Case, di Maria José Ferrada e Pep Carrió (Topipittori, 2022). Dev’essere stato verso la fine di marzo del 2020, quando un giorno ho visto le case che pubblicava quotidianamente sui suoi social il mio amico, l’illustratore spagnolo Pep Carrió. Case che... leggi tutto

Una notte scura come la bocca di un lupo

Nuovo martedì per festeggiare i dieci anni degli Anni in tasca. Lo facciamo insieme a María José Ferrada, celebrata scrittrice cilena, autrice di Un albero una gatta e un fratello, di cui abbiamo scelto questo bellissimo capitolo che in una seria Fenomenologia dell'infanzia di certo occuperebbe un... leggi tutto

La memoria, il silenzio, la semplicità

Il nostro ultimo volume degli Anni in tasca è di una scrittrice cilena molto conosciuta, Maria José Ferrada, di cui già abbiamo (felicemente) in catalogo Il segreto delle cose. Con queste brevi riflessioni Maria José, oggi, ci introduce a quelle che sono alcune delle migliori e più riconoscibili... leggi tutto

In una piscina per gente minuscola

Qualche tempo fa abbiamo presentato Il segreto delle cose, l'ultimo libro della collana di poesia Parola magica, attraverso il racconto della sua traduttrice, Marta Rota Núñez. Oggi ospitiamo María José Ferrada, autrice cilena di grande talento e successo internazionale, in un'intervista... leggi tutto

Il mormorio degli oggetti intorno a noi

Oggi, ecco la terza novità di questa primavera in arrivo. È appena uscita in libreria: Il segreto delle cose di María José Ferrada con le illustrazioni di Gaia Stella. Lo ha tradotto Marta Rota Núñez senza la quale questo libro, come lo vedete oggi, non ci sarebbe, perché è stata lei a farcelo... leggi tutto