giocare

Filastrocca ventosa

Capita, a volte, che davanti a una torta di compleanno, per l’importanza del momento, venga improvvisamente a mancare il fiato. Scritto e disegnato per far diventare un momento di timore in un uragano di coraggio, questo libro mostra come nei nostri polmoni soffino i venti più selvaggi e le brezze più delicate.

Chiuso per ferie

Cosa accade in casa, quando parti per le vacanze? L’ultimo giro di chiave è il segnale segreto che dà avvio a una prodigiosa trasformazione. Improvvisamente, lo spazio deserto e silenzioso si popola di una folla di personaggi. Chi sono? Da dove vengono? Cosa fanno? Saranno le immagini di questo libro a sciogliere l’enigma. Grazie a loro scoprirai che i luoghi a te più familiari nascondono sconcertanti segreti. E possono diventare teatro di fatti meravigliosi.

Filastrocca acqua e sapone

Ogni giorno, il mondo si sveglia e si lava: animali, persone, persino automobili e strade sono attraversate da una corrente di acqua e sapone. È l’onda allegra che corre attraverso le pagine di questo libro, travolgendo ogni cosa con il suo ritmo incalzante, fino a raggiungere i bambini che non amano l’acqua…

Filastrocca delle mani

Mani che salutano e mani che accarezzano. Mani allegre e mani pensierose. Mani che danzano e mani che preparano la cena. Mani che giocano, mani che lavorano, mani che rubano e mani che se ne stanno senza fare niente. Le mani, come ha scritto il grande poeta tedesco Rilke, sono animate da una sotterranea corrente di vita. Proprio come noi, possiedono desideri, sentimenti, capricci e manie personali. Sono belle e misteriose. E, nel loro linguaggio segreto, a ogni istante, parlano di noi, di quello che siamo, proviamo e pensiamo. 

La notte

È arrivata la notte. Dormono tutti, anche gli animali. O almeno così sembra. Alcune luci sono rimaste accese e questa tranquilla notte estiva brulica di persone, gatti, gufi, cani e minuscoli dettagli. C’è chi legge in biblioteca, chi festeggia al parco, chi monta la tenda in giardino, chi ha rubato il cappello di Susanne, chi si dimentica di accendere il fanale della bicicletta e chi vola senza sosta.

Tic tic

Un bambino e un uccellino. Una presenza affettuosa e misteriosa che prima c’è e poi improvvisamente non c’è più. Ma cosa significa più quando si è piccoli? La storia di un incontro sul terrazzo di casa che si trasforma in un’importante occasione di esperienza. Una vicenda minima, ma insieme grande come la curiosità dei bambini, scritta dalla penna raffinata di Nicola Cinquetti e illustrata da Juliana Salcedo, illustratrice spagnola per la prima volta edita in Italia.

Le cose che passano

Nella vita, sono molte le cose che passano. Si trasformano, se ne vanno. Il sonno finisce. Una piccola ferita guarisce (quasi) senza lasciare traccia... La musica scivola via, i pensieri neri svaniscono, il cielo schiarisce sempre dopo la pioggia e la paura se ne va. Ma in questa metamorfosi delle piccole cose, in questo flusso inarrestabile di cambiamenti, c’è una cosa che non cambierà mai e resterà per sempre.
Beatrice Alemagna torna in catalogo con un piccolo libro illustrato, raffinato, ironico, delicatissimo dedicato a tutti i lettori, dagli zero ai duecento anni.

Due scimmie in cucina

Come si misura il tempo di un bambino? Al ritmo delle mille attività e lezioni, programmate dagli adulti in previsione dei suoi futuri successi, o al battito del suo cuore, che pulsa in sintonia con le sue scoperte quotidiane, le infinite avventure, l’immaginazione, capace di fare di ogni ambiente uno spazio segreto, aperto al gioco e all’invenzione? E quanto le parole e le immagini concorrono a costruire questo tempo interiore, fatto di riflessione, osservazione, fondamentali conquiste e improvvise epifanie?

Al mercato

Lasciati sabbia e ombrelloni (In spiaggia, 2017), Susanna Mattiangeli e Vessela Nikolova, tornate in città, osservano gli esseri umani che popolano il mercato. La nonna deve comprare dei guanti per sé, un regalo per la zia Ada e qualcosa anche per la nipotina che la accompagna. Insieme, rovistano, scoprono, assaggiano, ascoltano e osservano. Perché il mercato è un gioco bellissimo dove usare bene gli occhi è indispensabile. Un altro capolavoro di testo e immagini per raccontare il brulicare vivo del mondo.

Il burrone

In queste pagine tutto è possibile: le mele diventano meloni, pulci e pulcini stanno su un biglietto, un grande monte diventa un montone e un piccolo cavallo un cavalletto. Dopo il successo di In ogni pinocchio, Giuseppe Caliceti torna in catalogo con un altro capolavoro di ingegno e divertimento, questa volta illustrato da Liuna Virardi, il cui stile grafico, sintetico ma preciso, dona perfetta ironia al libro. Ma Il burrone è solo l’inizio, perché le parole sono un grande gioco di prestigio, potenzialmente infinito.