Bruno Tognolini

I Grandi

Doppio blu è una bellissima riflessione sull'infanzia di Bruno Tognolini, che alterna capitoli intensamente poetici a un dialogo filosofico (con un cane, su una spiaggia, di fornte al mare), su cosa significhi crescere e ricordare. Ve lo proponiamo per il consueto martedì degli Anni in tasca, collana di narrazioni autobiografiche su infanzia e adolescenza, che ha compiuto dieci anni.

Poesie all’aria aperta. Ovvero un parco per la Poesia

[a cura del collettivo Linguaccia - Martina Pozzebon, Roberta Frassetto, Sara Stangherlin]

Esiste un paese in cui c’è un parco. Come in tanti altri paesi. È un parco con un grande prato, alberi, giochi e qualche animale. D’altronde è un parco come molti altri.

Eppure questo parco è diverso perché è un luogo in cui la poesia è di casa: lungo il suo perimetro leggii e bacheche ospitano testi poetici. Ci si può soffermare a leggere qualche riga o qualche curiosità sugli autori e ci si può sorprendere a recitare dei versi insieme a un amico.

Gli scrittori per bambini non sono senza peccato

Il 20 giugno su Facebook (che per fortuna non è detto sia per destino una macchina per la diffusione di oscenità, idozie, propaganda) Bruno Tognolini ha postato questa riflessione:

Riflessione corta

1) Rime e storie son difficili da fare.

2) Rime e storie valoriali sono facili da fare.

3) Rime e storie valoriali son difficili da fare bene.

4) Rime e storie valoriali fatte male fanno male.

5) Decenni di rime e storie valoriali fatte male hanno fatto male.

I libri non passano mai di moda

In occasione della publicazione dell'edizione italiana di Stavo pensando di Sandol Stoddard con illustrazioni di Ivan Chermayeff, magistralmente tradotto da Bruno Tognolini, ospitiamo queste riflessioni di Valentina Colombo sui cosiddetti libri vintage e sull'accoglienza che hanno nel mercato attuale. Valentina Colombo è agente di alcune importanti case editrici e, in un recente passato, è stata responsabile dei diritti esteri e delle coedizioni dei Topipittori.