Progettare il libro

Le mie madeleines di piombo

A cosa serve un corso? E, più in particolare, a cosa mai potrebbe servirvi venire a Sàrmede per una settimana a dormire male, mangiare peggio e lavorare un sacco agli ordini di uno come me, che - come se non bastasse - ti fa anche i dispetti? A volte me lo domando anche io.

Da cosa nasce cosa

Penso che una delle maggiori soddisfazioni che possa avere chi insegna (anche un dilettante dell'insegnamento come me), sia assistere personalmente a un utilizzo inedito e innovativo del materiale proposto allo studio degli allievi.

Sopravvivere a Paolo

Dal 4 al 9 luglio, a Sàrmede, si terrà una nuova edizione del corso "Progettare Libri". Di questo corso ho parlato diffusamente in questo blog e una rapida ricerca in rete dà accesso a svariati racconti delle esperienze degli allievi dei corsi passati.

... e non so perché

Avrei detto che Giorgia non si spaventasse di niente. Durante il corso Progettare Libri a Sàrmede, nel giugno scorso, abbiamo dedicato un pomeriggio (a dire il vero piuttosto freddo) al disegno en plein air nella Piana del Cansiglio, favoloso catino di pascoli circondato da una corona di boschi.

Una storia nata da un vuoto

Quando ho ritirato la busta che conteneva il compito a casa di Valeria, il postino mi ha lanciato uno sguardo strano. In effetti, nonostante fosse chiusa, dalla busta salivano effluvi di vecchietta. Sì, avete letto bene: proprio di vecchia signora con il cachet azzurrino nei capelli altrimenti candidi, il cappottino con il collo di volpe e la borsetta squadrata con spigoli metallici. Ad aprirla, la busta, è stato perfino peggio.