buonanotte

Le fate formiche

È mezzanotte, la febbre sta scendendo. Un bambino si sveglia. La mamma che fino a quel momento l’ha curato, accanto a lui, dorme. Il bambino sente delle vocine provenire dal cuscino. Scopre così le fate-formiche, piccole creature gentili che sono venute a trovare la sua mamma. Prima di andarsene, le lasciano l’anello che lei regalò loro da bambina. Al risveglio la mamma troverà il suo bambino guarito e quello strano anello che le ricorda qualcosa… Forse stanotte accadrà un altro piccolo incantesimo! Un piccolo gioiello della pluripremiata autrice coreana Shin Sun-Mi. 

Buon viaggio, piccolino! (Nuova edizione)

Un bambino si prepara alla partenza. Non sappiamo dove sta per andare. Ma sappiamo che è un posto lontano. I preparativi sono scrupolosi, sembrano seguire un rituale preciso, meticoloso, che coinvolge la mamma, il papà e perfino il gatto. Un piccolo libro affettuoso che può accompagnare ogni notte i bambini verso il sonno. Che può insegnare l’importanza dei piccoli, affettuosi rituali familiari per superare le prime difficoltà. Buon viaggio, piccolino!

La bambina e il gatto

È notte, i genitori sono usciti. Una bambina, rimasta sola in casa col suo bel gatto, sente arrivare il temporale. È ancora lontano, ma nella stanza è tanto buio. Il gatto sul letto, le si fa vicino, insieme ascoltano il vento e il silenzio. La bambina gli parla, e parlandogli si fa coraggio. Poi comincia a tuonare, la pioggia picchia sul tetto, lampeggiano i fulmini. La bambina esprime il desiderio di diventare più forte. Ed ecco nell’ombra il gatto si trasforma e cresce, cresce fino a diventare un magnifico leone mangia saette.

Via buio, togliti!

Via buio, togliti! è un libro sulla paura del buio e su come superarla. Hélène Gaudy, visual artist di formazione, è autrice di numerosi romanzi di successo in Francia; ad accompagnare il testo sono state scelte le immagini, oniriche e poetiche, di Simone Rea, già illustratore de L’uomo dei palloncini e di Esopo. Protagonista della storia è Oscar, coniglio iperattivo a cui piace giocare, mangiare, saltare, correre, nuotare, ascoltare racconti, ma tutte le notti si rifiuta di mettersi in pigiama per andare a dormire.

Sonno gigante sonno piccino

Questa sera, sul cuscino, / non trova sonno il mio bambino. / Forse si è perso in un posto lontano, / forse ha preso un aeroplano...Dove può essere finito un bambino che non si presenta all’appuntamento con la nanna? Forse si è perso. O forse ha incontrato un po’ di traffico o qualcuno di molto interessante. Forse ha preso il volo. O forse sta galoppando chissà dove. Forse sta nuotando o magari l’ha sorpreso un acquazzone... Una ninna nanna un po’ stralunata, per piccoli stregati dalla luna e dalla sua natura avventurosa.

Buon viaggio, piccolino!

Un bambino si prepara alla partenza. Non sappiamo dove sta per andare. Ma sappiamo che è un posto lontano. I preparativi sono scrupolosi, sembrano seguire un rituale preciso, meticoloso, che coinvolge la mamma, il papà e perfino il gatto. Un piccolo libro affettuoso che può accompagnare ogni notte i bambini verso il sonno. Che può insegnare l’importanza dei piccoli, affettuosi rituali familiari per superare le prime difficoltà. Buon viaggio, piccolino!

Il grande libro dei pisolini

Una irresistibile galleria di piccoli pigroni del regno animale: cultori di pigiami, collezionisti di plaid, amanti del cuscino, devoti della ciabatta, esperti di materassi, artisti del lenzuolo. Un libro indispensabile per imparare a sognare, russare, riposarsi, rilassarsi, pisolare, parlare nel sonno, addormentarsi, farsi cullare, andare in sonnambula. Il vademecum in rima della nanna nelle sue mille sfumature, la bibbia del letargo, il baedeker della notte: un libro indispensabile per incamminarsi con fiducia nel paese dei sonni leggeri e di quelli pesanti.

Troppo tardi

Il piccolo Riccardo vuole fare troppo tardi. Tutti gli spiegano che non si può: troppo tardi vien buio, troppo tardi fa freddo, troppo tardi è tutto chiuso. E Riccardo è troppo piccolo, a meno che... improvvisamente non appaiano tre splendidi amici con cui raggiungere il meraviglioso paese di Troppo Tardi! Un storia incalzante, divertente, surreale, fantastica sui desideri enormi dei bambini: sulla loro insaziabile sete di avventura e magia e, insieme, il loro bisogno immenso di amore e protezione.

Ninna nanna per una pecorella

Una ninna nanna piena di stelle per una pecorella un po’ distratta che, una notte, perde il sentiero e si smarrisce nel bosco. Intorno, il buio fa paura, finché qualcosa si accende, rischiarando il cuore di improvviso sollievo. Sono gli occhi belli e pieni sogni di un lupo bambino grazie al quale il tempo deserto della notte si fa caldo di compagnia. Una storia tenera e profonda raccontata con infinita dolcezza dai versi di Eleonora Bellini e con essenziale eleganza dalla matita di Massimo Caccia.