Vedozero

Qualche sera fa siamo andatia vedere un film che si intitola Vedozero.
È di Andrea Caccia, che poi sarebbe il fratello di MassimoCaccia.

Lo consigliamo, non per ragioni diparentela, ma perché si esce dal cinema scombussolati e soprattuttocontenti di essere scampati alla cosiddetta “età più bella”.

Perché? Perché Vedozero è un filmsulla giovinezza.

Ecco lapresentazione:
70 adolescenti. 70 telefoni cellulari.
Per raccontare i diciotto anni dal proprio punto di vista.
70 realtà diverse, più o meno complicate, più o meno connesse,più o meno sfuggenti.
Un film che le raccoglie. Un ritrattogenerazionale senza protagonisti, se non l’adolescenza stessa.

Cercatelo nella programmazione della vostra città:www.vedozero.it