La rete dei libri / 12: un magnifico pretesto

Nome del blog: APEdario. Insegnare a leggere e scrivere con i più begli albi illustrati per l'infanzia

 

 

Url:  http://apedario.blogspot.it/



Di cosa si occupa?

Apedario racconta, per parole e immagini, l'utilizzo degli albi illustrati e dei libri per ragazzi nella vita quotidiana delle classi in cui insegno. Letture, poesia, conversazioni e attività didattiche, prevalentemente di lingua italiana e arte e immagine, a scandire il ritmo delle giornate scolastiche. Mi piace, e credo sia utile a chi legge, in particolare agli insegnanti, arricchire il post con le immagini più significative tratte dai quaderni dei miei alunni e con le parole dei bambini durante le conversazioni in classe.

 

Chi lo fa? 

Mi chiamo Antonella Capetti e sono una maestra elementare quasi cinquantenne con un lungo passato alla scuola dell'infanzia e una grande passione per la letteratura per l'infanzia.



Quando e perché è nato? 

Apedario è nato molto tempo prima della sua apparizione ufficiale in forma di blog, il 20 aprile 2013. Da un paio d'anni aggiornavo una bibliografia per temi adatta ai primi anni della scuola primaria. Da qui, l'idea di scegliere alcuni personaggi degli albi illustrati per presentare le lettere dell'alfabeto, in un ordine diverso da quello conosciuto: nell'esperienza d'insegnamento nei cicli precedenti, avevo presentato prima la A, poi la P, poi la E, per permettere ai bambini di iniziare a formare le prime sillabe e brevi parole (APE, PAPA', PAPPA). Prima di diventare un blog, per alcuni mesi Apedario è stato un progetto per un libro didattico, a cui una casa editrice specializzata nel settore è parsa per qualche tempo interessata. Quando però mi è stata ventilata la proposta di pubblicare a pagamento, ho pensato che fosse in una qualche misura offensiva (se credi nel lavoro di qualcuno, non chiedi che sia lui a pagare) e ho preferito investire un po' di tempo e di energie nella gestione di un blog. Allora non lo sapevo, ma credo di aver raggiunto molte più persone in questo modo che non attraverso una guida didattica.



Con quale frequenza viene aggiornato?

Cerco di aggiornare il blog quotidianamente, da lunedì a sabato: durante l'anno scolastico con le attività relative a italiano e arte e immagine svolte in classe su suggestione dei libri letti,durante l'estate con i consigli di lettura per piccoli e grandi. Il sabato è solitamente dedicato alla poesia. Da quest'anno, il lunedì sarà dedicato ai libri P.I.P.Pi. (Per I Più Piccoli): un modo per non perdere completamente l'identità originaria del blog, che ormai è un po' cresciuto e parla di sé attraverso la voce di bambini più grandi.

Il primo post

Un nuovo inizio del 20 aprile 2013, in cui racconto le motivazioni del blog. «L'idea di questo progetto nasce dalla necessità di una didattica dell'italiano in classe prima (scuola primaria) strettamente connessa al vissuto del bambino tramite la lettura di albi illustrati per l'infanzia e la presentazione dell'alfabeto attraverso i rispettivi protagonisti. Ogni storia diventa quindi un magnifico pretesto per parlare della quotidianità, di storie fantastiche e suggestive, dei propri sentimenti, della relazione con i pari e con gli adulti, in una continua fruizione di letteratura di qualità e di una rappresentazione iconica che diventa stimolo per la creatività e la strutturazione di uno stile grafico-pittorico personale e non stereotipato.» Il titolo, Un nuovo inizio, è motivato da un precedente tentativo, Libriamoci, interrotto dopo pochi post.

 

L’ultimo post 



Il post più letto

Vocali, sillabe, parole e primo dettato in cui racconto i primi tentativi, scritti, disegnati e attraverso giochi motori, di verificare la reale capacità di ogni bambino di misurarsi con le prime parole scritte.

Il mio post preferito

Anche se correrò il rischio di essere accusata di piaggeria, scelgo senza dubbio Colori, ovvero un viaggio lungo mesi, nato da un post condiviso da Paolo Canton su Facebook e che ha generato intense attività legate ad arte e immagine. Amo in modo particolare questo post perché racchiude in sé molta parte di ciò che amo del mio lavoro: la possibilità, per me ancor prima che per i miei alunni, di imparare cose nuove, anche e soprattutto in ambiti in cui la mia conoscenza è davvero molto limitata; l'opportunità di lavorare per mezzo di una didattica attiva, da realizzare concretamente, sporcandosi le mani, da soli e insieme ai compagni; la produzione di “opere d'arte” personali e originali; un'immersione piena nella bellezza e la sua condivisione.



1000 battute per raccontare il blog

Apedario è il diario illustrato della vita di due classi elementari (a settembre inizieremo la terza) nelle ore di italiano e arte. La lettura di albi illustrati e libri per ragazzi è l'elemento fondamentale dell'attività didattica, ciò che permette il coinvolgimento attivo e continuo dei bambini, di tutti i bambini, la riflessione, la condivisione, la comprensione, la produzione scritta, la riflessione linguistica, l'ampliamento del lessico, in un'ottica continua di benessere individuale e collettivo e di sviluppo del pensiero personale e critico di ogni bambino.

_____________

Abbiamo già parlato di:

11 - Le stanze del labirinto

10 - Briciole di Pollicino

9 - Le letture di Biblioragazzi

8 - La coda dei libri

7 - Seren sarà

6 - Lacasadifra

5 - Scaffale Basso

4 - Milkbook

3 - Atlantide Kids

2 - GiGi il giornale dei giovani lettori

1 - Libri e marmellata

_____________

Non abbiamo la pretesa di sapere tutto. Quindi, se  avete un blog che si occupa con continuità di libri per ragazzi, segnalatecelo scrivendo a info[at] topipittori [punto] it indicando come soggetto del messaggio La rete dei libri. Abbiamo già pronti parecchi post pronti, quindi non saremo celeri, né a rispondere né a pubblicare. Ma cercheremo di non dimenticarci niente.

Grazie.