La rete dei libri /5: Leggendo con mio figlio

Nome del blog: SCAFFALE BASSO

Di cosa si occupa?

Il blog si occupa di recensioni di albi illustrati e libri per bambini. Il criterio con cui i libri vengono selezionati è l’interesse mio o di mio figlio: ci capita di parlare tanto di novità quanto di libri fuori catalogo, di libri italiani o libri stranieri (prevalentemente inglesi e americani, ma anche giapponesi, coreani, francesi...). Ultimamente mi interessa interloquire con chi gli albi li fa e ho inserito alcune sezioni di interviste.



Chi lo fa? 

Io, Maria. Il mio lavoro – quello per cui sono stipendiata – è studiare e insegnare, da sempre però sono appassionata di letteratura per l’infanzia. Nel mio lavoro mi capita sempre più spesso di affrontare l’argomento dal punto di vista storico e didattico e il lavoro di scrittura del blog ha necessariamente richiesto un aggiornamento anche del mio bagaglio conoscitivo. Sono una persona entusiasta e ho mille interessi che si incrociano e si incontrano nel mio blog. Ultimamente sono a capo di uno dei gruppi di letturaLeggere insieme… Ancora! di Milano e collaboro variamente con altri blog che ritengo interessanti.




Quando e perché è nato?

Ho sempre letto albi illustrati e letteratura per l’infanzia, quando è nato Saverio ho deciso di iniziare a prendere appunti sui libri letti insieme, nel 2013 questi pensieri sono diventati un blog. Mi sembrava mancasse un luogo che riportasse, oltre alla descrizione rigorosa del libro, anche la prospettiva e il riscontro del pubblico bambino. Ho iniziato a leggere e a osservare mio figlio e di questo ho scritto. Inoltre, mi piace moltissimo il panorama internazionale e il poterne offrire una vetrina italiana è un’idea che mi intriga.



Con quale frequenza viene aggiornato?

Non c’è una frequenza fissa, proprio perché è un luogo virtuale dedicato a una mia passione. Tendenzialmente pubblico 2 post nuovi a settimana, più un ripescaggio di libri già letti e una raccolta tematica trasversale, quindi cerco di aggiornarlo 4 volte a settimana.



Il primo post

Chiudi gli occhi e ascolta, annusa… cosa senti? recensione de Il grande libro di Mattia. I 5 sensi di Liesbet Slegers.



L’ultimo post 

Mare da toccare, su Blue to blue, di Katsumi Komagata.



Il post più letto

“Non temere … perché tu sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno di stima e io ti amo” Isaia  43,1-4 , recensione de L’alfabeto del bambino naturale di Elena Balsamo e Tommaso D’Incalci.








Il mio post preferito

Credo che sia Tenete fissi i vostri cuori dove è la vera gioia, quello dedicato a I cinque malfatti di Beatrice Alemagna: è un libro che mi ha toccato il cuore!



1000 battute per raccontare un blog

Con Scaffale basso cerco di comunicare l’esperienza che faccio leggendo da sola e leggendo con mio figlio. Ogni libro ha un significato, è una scoperta, instaura rapporti, desta la memoria, mostra una bellezza: cerco di occuparmi di questo con competenza e sensibilità. Ho una mente scientifica, sebbene abbia una formazione letteraria: amo scavare, cercare i particolari e la costruzione tecnica sottesa all’impalcatura narrativa. Amo le storie e amo le illustrazioni, mi piace parlare di libri belli, ma anche esprimere liberamente le mie perplessità se un albo non mi ha convinto. Mi piace spaziare oltre il mercato italiano e oltre le novità. Guardo con curiosità alla vetrina americana e alle produzioni inglesi e francesi. Gli autori e gli illustratori che mi appassionano rischiano di essere perseguitati da me: parlerei con loro per ore, infatti mi sto organizzando.



_____________

Abbiamo già parlato di:

Atlantide Kids

GiGi il giornale dei giovani lettori

Libri e marmellata

Milkbook

_____________

Non abbiamo la pretesa di sapere tutto. Quindi, se  avete un blog che si occupa con continuità di libri per ragazzi, segnalatecelo scrivendo a info[at] topipittori [punto] it indicando come soggetto del messaggio La rete dei libri. Abbiamo già pronti parecchi post pronti, quindi non saremo celeri, né a rispondere né a pubblicare. Ma cercheremo di non dimenticarci niente.




Grazie.